Arion vulgaris/lusitanicus

Discussioni sui molluschi viventi sulla terraferma (rupicole, silvatiche ecc.)

Moderatori: Paolo Russo, Walter Renda, Agatino Reitano, Alessandro Hallgass

Rispondi
Davide Tomasi
Messaggi: 159
Iscritto il: lunedì 20 maggio 2013, 20:34

Arion vulgaris/lusitanicus

Messaggio da Davide Tomasi »

Salve,
qualcuno sarebbe in grado di dipanare la matassa relativa ad Arion vulgaris/lusitanicus? Vedo che la situazione viene considerata in maniera diversa a secondo del riferimento che si prende.
bye
Avatar utente
Walter Renda
Amministratore
Messaggi: 830
Iscritto il: sabato 7 luglio 2012, 13:34

Re: Arion vulgaris/lusinaticus

Messaggio da Walter Renda »

E' stata solo una "misidentification".
Hai dato una letta a questo articolo?
http://molluscs.at/gastropoda/terrestri ... garis.html
Ciao
Walter
Davide Tomasi
Messaggi: 159
Iscritto il: lunedì 20 maggio 2013, 20:34

Re: Arion vulgaris/lusinaticus

Messaggio da Davide Tomasi »

Grazie per il link.
Allora si conferma quello che avevo letto nel Welter-Schultes.
Mi aveva messo in difficoltà il fatto che nella check-list del sito fosse citato invece A. lusitanicus, come anche nel Kerney-Cameron.
bye
Alessandro Hallgass
Messaggi: 16
Iscritto il: martedì 16 ottobre 2012, 14:10

Re: Arion vulgaris/lusitanicus

Messaggio da Alessandro Hallgass »

Ciao Walter,
c'è un modo di correggere i titoli sbagliati anche nelle risposte senza doverli modificare singolarmente?

Tornando ad Arion vulgaris si può ben dire che la sistematica in questo gruppo di specie è tutt'altro che chiara nonostante siano state studiate anche geneticamente.
Le specie storiche son Arion rufus ed Arion ater del Nord Europa descritte da Lineo, la prima di colore rosso arancio e la seconda nera, considerando tutte le colorazioni intermedie esistenti potrebbe trattarsi della stessa specie.
In seguito fu descritto Arion vulgaris per la Francia meridionale mentre Arion lusitanicus è stato descritto come endemismo portoghese ma lo status reale è ancora da chiarire.
In tempi recenti si è avuta un'ibridazione tra Arion del gruppo rufus/ater con Arion vulgaris che ha generato una superspecie invasiva dotata di una grande resistenza al caldo ed al freddo ed un'altissima prolificità.
Questo ibrido ha invaso l'intera Europa compresi i paesi scandinavi ed ho avuto notizia che ha raggiunto l'Ucraina come una vera calamità.
Arion vulgaris fu distinto dal gruppo rufus/ater per differenze anatomiche dell'apparato genitale che evidentemente non si sono rivelate idonee a creare una barriera riproduttiva.
Secondo me la divisione tra le popolazioni settentrionali e meridionali sarebbe al massimo di livello sottospecifico almeno a giudicare dai risultati, in tal caso il nome più antico utilizzabile sarebbe Arion ater che fu descritto per primo nel Sistema Naturae.
Avatar utente
Walter Renda
Amministratore
Messaggi: 830
Iscritto il: sabato 7 luglio 2012, 13:34

Re: Arion vulgaris/lusitanicus

Messaggio da Walter Renda »

Ciao Sandro,
le risposte vanno modificate singolarmente, ovviamente concordandole in area moderatori a meno che non sia proprio una tua risposta.

Purtroppo ancora gli studi non confermano quale nome utilizzare e se ci sia una divisione sottospecifica. Indubbiamente dobbiamo dare ancora tempo a chi si occupa di questo studio senza corrergli nè dietro e nè davanti.
Potremmo creare ancor più confusione nella mente di Davide.
Diciamo che al momento ci atteniamo solo a quello che è certo e domani aggiungeremo ulteriori note
bye
Ciao
Walter
Alessandro Hallgass
Messaggi: 16
Iscritto il: martedì 16 ottobre 2012, 14:10

Re: Arion vulgaris/lusitanicus

Messaggio da Alessandro Hallgass »

credo che per correggere Pomatias elegands o Arion lusinaticus non si debba scomodare uno staff di sistematici, ci vuole solo un po' di competenza e soprattutto un po' di buon senso.
Avatar utente
Walter Renda
Amministratore
Messaggi: 830
Iscritto il: sabato 7 luglio 2012, 13:34

Re: Arion vulgaris/lusitanicus

Messaggio da Walter Renda »

e bhè questo lo fai senza chiederlo e senza scriverlo :smk
Ciao
Walter
Rispondi